Un defibrillatore per lo sport, un defibrillatore per l'impianto sportivo, un defibrillatore per l'attività sportiva

DEFIBRILLATORI PER PALESTRE E STRUTTURE SPORTIVE

 

 

Le palestre e più in generale tutte le strutture sportive, sono stati i primi posti in cui il legislatore ha messo un vero e proprio “obbligo” sulla dotazione di un defibrillatore semiautomatico DAE. Questo perché si è visto che le probabilità di arresto cardiaco in ambito sportivo sono le più elevate in assoluto. La prestigiosa Adriatic Arena di Pesaro ha scelto Italia Defibrillatori per mettere in sicurezza l’impianto.

Il c.d. Decreto Balduzzi, approvato definitivamente dal Parlamento, regolamenta (art. 7 comma 11) tra l’altro, le certificazioni mediche obbligatorie per le attività sportive e l’utilizzo dei defibrillatori, enunciando che: “Al fine di salvaguardare la salute dei cittadini che praticano un’attività sportiva non agonistica o amatoriale, il Ministro della Salute, con proprio decreto, adottato di concerto con il Ministero delegato al turismo e allo sport, dispone la dotazione e l’impiego da parte di società sportive sia professionistiche che dilettantistiche di defibrillatori semiautomatici e di altri eventuali dispositivi salvavita”.

Ogni Palestra o Struttura Sportiva dovrà quindi essere dotata di un Defibrillatore Semiautomatico DAE.

Le linee guida pubblicate in Gazzetta ufficiale l’11 Gennaio 2016 hanno definito i tempi massimi per mettersi in regola:

20 Luglio 2016 per le Società Sportive Dilettantistiche

Ma quali caratteristiche deve avere un defibrillatore da collocare in una palestra o struttura sportiva?

Di quali accessori è importante che sia dotato il defibrillatore?

Anche in ambito sportivo valgono le linee guida generali per la scelta del defibrillatore con alcune particolarità specifiche.

  • La prima distinzione riguarda la tipologia di persone che frequentano la struttura, se è frequentata anche da bambini sotto gli otto anni è fondamentale dotare il defibrillatore di “piastre pediatriche” o di un defibrillatore con “funzioni pediatriche”.
  • La seconda distinzione riguarda la struttura; è completamente al chiuso o ha anche aree all’aperto? (tipo un campo da calcio o calcetto), nel secondo caso è di fondamentale importanza che il DAE abbia superato i test di impermeabilità, sia alle polveri che all’acqua, e sia dotato di una borsa di trasporto contenente tutto il necessario.

Un ultima considerazione riguarda la collocazione del defibrillatore. Il DAE deve essere collocato in un posto facilmente raggiungibile e ben visibile, protetto da una “teca” e con l’apposito cartello di legge posto sopra.

 

 

 

Search

+
LINKEDIN
Facebook
TWITTER